Maturità 2018, l'attesa social dei maturandi

Nostalgia su Instagram, ironia su Twitter

Redazione ANSA

Manca meno di una settimana all’inizio della Maturità 2018. L’attesa, si sa, è la parte più snervante, e per ovviare a ciò i maturandi si sono riversati sui social per sfogare le loro ansie e per trovare conforto.

Skuola.net ha fatto una ricerca per capire come i giovani studenti usano i social in questo momento così importante della loro preparazione verso l’esame di Stato. Ci sono due correnti distinte e divise tra i maturandi: chi si fa prendere dalle emozioni e chi invece la prende con ironia, postando immagini e frasi divertenti.

Instagram: nostalgia e bei ricordi Dopo aver affrontato il loro ultimo “ultimo giorno” di scuola, in molti hanno deciso di guardarsi indietro. Infatti Instagram è costellato da scatti di gruppo e dimostrazioni di gratitudine verso i compagni di avventura delle superiori: l’emotività fa da protagonista. Ringraziamenti e addii, tutt’altro che definitivi, fanno da cornice alle classiche foto di classe di fine anno. I maturandi ripercorrono i cinque anni di scuola appena trascorsi, rivelando il loro lato più empatico per salutarsi dopo le peripezie passate insieme, corredando i loro post con dediche “da diario”. E tra i loro pensieri, non mancano i professori. Usanza particolare, affermatasi negli ultimi anni, sono le fantasiose torte decorate con slogan originali per esorcizzare la paura della maturità; ovviamente, da fotografare e postare su Instagram.

Twitter: le risate contro l’ansia. Mentre tutt’altra funzione la riveste Twitter; il social ricopre un ruolo d’eccezione per i giovani maturandi. Infatti è proprio su questa “piazza telematica” che molti studenti hanno deciso di dare voce alle loro paure e le loro preoccupazioni, ma senza rinunciare a un particolare senso dell’umorismo. L’hashtag #maturità2018 è molto seguito e sempre aggiornato; sul social che cinguetta, i maturandi condividono consigli e paure, si sostengono e si strappano sorrisi l’un l’altro. Infatti Twitter è ricco di sfoghi di studenti che, in difficoltà nel ripasso pre-esame, cercano un punto di appoggio sicuro, trovando comprensione e solidarietà da parte dei loro colleghi, ridendoci un po' su.

Gli ultimi sforzi sulla strada per la Maturità 2018 Nonostante i maturandi siano presi dalla nostalgia, non dimenticano certo che l’esame sta arrivando. Si partirà infatti il 20 giugno con la prima prova, lo scritto di italiano, uguale per tutti gli indirizzi, che avrà inizio alle 8.30. Subito a seguire gli studenti dovranno affrontare la seconda prova, quella che caratterizza il loro percorso di studi, diversa a seconda del tipo di istituto, che inizierà sempre alle 8.30, ma di giovedì 21 giugno. Le prove scritte si concluderanno però solo la settimana successiva: la terza prova è infatti prevista per lunedì 25 giugno. Dopo questi tre punti fissi di estrema importanza, soprattutto ai fini del voto finale, i maturandi dovranno affrontare l’ultimo step prima delle agognate vacanze: l’esame orale. L’orale di maturità è organizzato e coordinato autonomamente da ogni singola Commissione d’esame, quindi non ha una data precisa, ma vengono svolti solitamente entro le prime settimane di luglio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: